Le iniziative del Rotary Club Milano


ACQUA

L’iniziativa di Adolfo Zavelani Rossi per il progetto “Acqua per l’Honduras” ha ottenuto il finanziamento dal nostro Club, da altri Club, dal Distretto e dal Matchig Grrant n. 60312 della Rotary Foundation International. Si tratta di una rete di approvvigionamento idrico comprendente pozzo perforato, pompa elettrica sommersa, serbatoio sopraelevato e rete di distribuzione alle utenze. La realizzazione si e’ svolta dal gennaio al luglio 2007 e l’inaugurazione ha visto la presenza dell’ambasciatore d’Italia.

Sempre in questo campo, si e’ di recente positivamente conclusa l’ “Operazione India”. Questa iniziativa di Giuseppe Calogero e’ consistita in tre impianti pilota presso tre villaggi indiani ciascuno con pozzo dotato di pompa elettrica alimentata da batterie solari, erogazione e rete di irrigazione a goccia su una superficie di 2000 mq per la coltivazione di alberi da frutto, cereali e legumi. Questo progetto finanziato dal nostro Club, da altri Club e dal Distretto, ed ha ottenuto dalla Rotary Foundation International il Matching Grant n. 63394. I pozzi, con la citata tecnologia, potrebbero essere duplicati in molti paesi sottosviluppati od in fase di sviluppo. L’iniziativa potrebbe anche   essere inserita nell’agenda ufficiale dell’Expo 2015.

ALFABETIZZAZIONE ED ISTRUZIONE

Il progetto di alfabetizzazione ed istruzione degli immigrati extracomunitari e’ nato per inserire nel giusto modo gli immigrati che vogliono stabilirsi nel nostro Paese per lavorare, ayyraverso la partecipazione di volontari.

Sempre nell’ambito del Distretto, esamineremo la possibilita’ di contribuire al Progetto Nuovi Cittadini, finalizzato ad aiutare i partecipanti extracomunitari dei corsi di formazione professionale organizzati dal SIAM 1838 (Societa’ d’Incoraggiamento di Arti e Mestieri), mediante un corso di educazione civica organizzato dai Rotary Club, per favorire un loro piu’ efficace inserimento nella societa’.

L’iniziativa della Biblioteca Europea di Informazione e Cultura BEIC e’ partita dal nostro socio Antonio Padoa Schioppa e del sostegno, non economico ma per questo non meno importante, del nostro Club. Ora e’ stata costituita la Fondazione BEIC, di cui Antonio e’ Presidente, sono stati sottoscritti gli accordi di programma, sono stati stanziati i primi fondi. In questo progetto verranno coinvolti i giovani del Rotaract

 

SALUTE

Il nostro Club, su iniziativa del consocio Giampiero Campanelli, professore ordinario di chirurgia all’Universita’ dell’Insubria, ha potuto donare due apparecchiature sterilizzatrici alla struttura di Santiago de Los Caballeros-Licey al Medio, in una zona rurale nel centro nord della Repubblica Dominicana, nella Missione ILAC (Institute for Latin American Concern) grazie all’ottenimento del Matching Grant (n.70415) tra Rotary Foundation International (RFI), Rotary Milano e Rotary Santiago Monumental, uno dei soli 4 MG assegnati in questo periodo al Distretto2040.

E’ stato cosi’ compiuto il primo passo per ottenere - e’ questo il nostro nuovo obiettivo -  dalla RFI la sovvenzione 3H, cioe’ il finanziamento del progetto internazionale a lungo termine “Tagore”, del quale e’ promotore Campanelli, protagonista quale chirurgo volontario in rappresentanza della European Hernia Society, di periodi di volontariato in alcune aree del mondo in via di sviluppo.

Scopo di tale progetto  e’ quello di formare a distanza, una generazione di giovani chirurghi preparati nella riparazione con le tecniche mini invasive, delle ernie in modo da poter avviare (partendo dall’area suddetta) una campagna di riduzione dell’incidenza di questa patologia invalidante che impedisce le attivita’ lavorative spesso incentrate sull’agricoltura e che per la carenza delle reti sanitarie costituisce un grave problema sociale.

Il Rotary Milano contribuisce doverosamente alla riuscita della campagna Polio Plus, con il versamento della quota annuale fissata dalla Rotary Foundation International a carico di ciascun rotariano.

 

GIOVANI

Il nostro socio Giuseppe Calogero ha da tempo coinvolto il nostro Club in un bellissimo progetto della Societa’ Umanitaria, al quale vogliamo incrementare la nostra partecipazione. Si tratta del “Programma Monitore” , intervento sociale inteso a contrastare preventivamente l’abbandono scolastico dei ragazzi, che ha raggiunto ormai valori molto alti. Il volontario diventa un Mentore (da qui il nome “mentoring” con cui questo progetto e’ conosciuto nei Paesi anglosassoni), che si incontra col ragazzo assistito dentro una scuola un’ora la settimana, per tutto l’anno scolastico, dopo aver partecipato ad un breve corso di preparazione al ruolo (due mezze giornate). Il Mentore diventa cosi’ un amico del ragazzo, una persona di cui si puo’ fidare e con la quale egli si confida. In questa posizione, e’ in grado di trasmettergli energia positiva , voglia di studiare e diventare un buon cittadino. Il ragazzo corre meno rischi di entrare in giri di droga o delinquenza minorile.

Naturalmente e’ nostra intenzione continuare nell’appoggio al CAM Centro Ausiliario Minorile, che tanto bene opera da molti anni ed e’ sempre stato da noi sostenuto.

 

ATTIVITA’ INTERNAZIONALI

Il Rotary Milano, Club Fondatore italiano, e’ associato con i Club Fondatori  di Belgio (RC di Bruxelles), Francia (RC di Parigi), Inghilterra (RC di Londra) ed Olanda (RC di Amsterdam) per formare il Gruppo R5 (Rotary  5). La presidenza del Gruppo e’ a rotazione ed in questo momento e’ del RC di Bruxelles, ed a rotazione sono anche le sedi delle riunioni.

Lo scopo e’ di rafforzare i legami tra i 5 Club con lo scambio di oratori (es. Coomans a Milano, Zuffi a Bruxelles), la pubblicazione di articoli in tre lingue, la collaborazione su progetti internazionali.

Il nostro Club in questo momento aderisce al progetto per la Casa di Riposo di  Vrasta in Bulgaria con una spesa totale di 20.000 euro, ed al progetto per il Blocco Operativo Infantile  di Bucarest per il quale dalla Rotary Foundation e’ stato ottenuto un Matching Grant, con una spesa totale di circa 60.000 euro. Il RC Milano sta proponendoli progetto Acqua per la Vita (Water for Life) come estensione in diversi paesi del nostro progetto “Operazione India” con pozzi idrici, alimentati da pannelli fotovoltaici, per usi alimentari, sanitari ed irrigui.

Sono inoltre in corso di programmazione corsi sulla riduzione della disoccupazione e sull’immigrazione.

 

FAMIGLIA DEL ROTARY

Famiglia Rotariana. Se e’ vero che il Rotary e’ una grande famiglia diffusa nel mondo, allora dobbiamo avere piu’ contatti possibili con altri Club, in Italia ed all’estero. Programmeremo numerosi interclub e, perche’ no ?. gite in citta’ interessanti da visitare in occasione di eventi speciali, ricambiando poi l’ospitalita’ che troveremo la’ ricevendo nel nostro Club gli amici di altre citta’.

Famiglia del nostro Club e Famiglie dei Rotariani. Dobbiamo conoscerci di piu’ tra noi, frequentarci di piu’ e coinvolgere maggiormente nelle nostre attivita’ i nostri famigliari.

 

LEADERSHIP

Nel programma assume un particolare rilievo l’organizzazione, per il prossimo febbraio e per gli anni successivi, del Premio per la Professionalita’, che riacquista il significato di premiare chi “fa bene”. Il Club sara’ impegnato economicamente ed organizzativamente.

 

ROTARY FOUNDATION

Non molti di noi sanno quanto  bene ha fatto e fa nel Mondo la Rotary Foundation (ricordiamoci la campagna piu’conosciuta, quella “Polio Plus” che ha debellato la poliomielite nel Mondo). Il Rotary International le dedica addirittura un mese ogni anno. Impegno di ogni Club e’ quello di dare annualmente un contributo pari a 100 dollari per ogni socio.




 



<<  Novembre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
272930   


Area Riservata



Espandi / Chiudi